Βικιπαίδεια:Είμαστε όλοι Diu/it

Από τη Βικιπαίδεια, την ελεύθερη εγκυκλοπαίδεια
Πήδηση στην πλοήγηση Πήδηση στην αναζήτηση
Languages: CatalàΕλληνικάEnglishItalianoNederlands

(Nota: questa traduzione è liberamente basata sul testo in inglese e, pertanto, potrebbe non corrispondere esattamente al testo originale in greco)

Siamo tutti Diu[επεξεργασία κώδικα]

Emblem-scales.svg
Siamo tutti Diu, banner su Wikipedia in italiano

Nel 2012 il docente e politico Theódoros Katsanévas richiese al wikipediano greco Diu la rimozione di parte del contenuto della voce biografica che lo riguarda, chiedendogli al contempo i suoi dati personali onde poter agire legalmente per le presunte offese alla sua persona. Il contenuto in oggetto era un episodio del 1996 riguardante il testamento dell’ex primo ministro greco Andreas Papandreou, al tempo dei fatti suo suocero, nel quale lo stesso Papandreou aveva definito Katsanevas «una vergogna per la sua famiglia»[1].

Katsanevas si rivolse a Diu in quanto questi era l’utente che aveva aggiunto alla voce detta informazione la quale, in conformità ai principî e alle linee guida di Wikipedia in greco, era correttamente referenziata senza alcun problema, dato che gran parte della stampa si era occupata, all’epoca, dell’argomento. Katsanévas si rivolse anche al GFOSS (Associazione greca per il software libero e Open Source), ritenendo erroneamente che questi avesse qualche connessione istituzionale con Wikipedia. Il GFOSS rispose a Katsanévas di non essere responsabile in alcuna maniera (cosa vera) e rimandò il politico all’utente e a Wikimedia Foundation, che gestisce le infrastrutture su cui Wikipedia e i suoi progetti fratelli operano.

Il 26 gennaio 2013 Katsanévas mosse azione legale contro l’utente Diu e il GFOSS; tra le accuse rivolte a Diu figurano quelle di avere «distorto dolosamente i fatti con riferimenti iniqui e in malafede alla sua persona» e aver «distorto in malafede la sua biografia». Le richieste di Katsanévas alla giustizia greca furono una multa per danni di 200 000 euro (con decorrenza di interessi dalla data di citazione) nonché un anno di reclusione per Diu, e, in caso di non ottemperanza, una penale aggiuntiva di 30 000 euro e un mese di reclusione per ogni giorno di mancato pagamento. L'udienza è fissata per il 21 gennaio 2016 dinanzi al Tribunale di prima istanza di Atene.

Recentemente è stata notificata a Diu un’ingiunzione a presentarsi l’11 marzo 2014 a un’audizione preliminare; nel frattempo è stato richiesto sia a Diu che al GFOSS di rimuovere temporaneamente dalla voce di Wikipedia i passi che Katsanévas ritiene lesivi e oltraggiosi della sua onorabilità e la sua persona; contestualmente verrà richiesto a Diu e al GFOSS di coprire le spese legali. Il 12 febbraio 2014 Diu si è presentato dinanzi al tribunale del foro di Evelpidon per essere escusso dall’ingiunzione preliminare.

Ovviamente, anche nel caso (improbabile) che l’ingiunzione fosse accolta in accordo con le richieste di Katsanévas, sarebbe comunque impossibile a Diu ottemperarvi e rimuovere i contenuti discussi, in quanto ciò comporterebbe violare le regole di Wikipedia con le conseguenze di vedersi annullare le modifiche e financo subire il blocco dell’utenza. Questo a parte, non esiste certezza che il contenuto non potrebbe essere ripubblicato da qualsiasi altro utente: è noto infatti che le voci di Wikipedia sono di contenuto aperto e possono essere modificate da chiunque, senza preventiva approvazione di alcun comitato editoriale. Dalla cronologia della sua voce su Wikipedia in greco si evince facilmente che in più occasioni i legali o altre persone di fiducia di Katsanévas hanno rimosso i contenuti da questi ritenuti offensivi, ma che essi sono stati puntualmente ripristinati e financo integrati da altri utenti diversi da Diu. Questo dovrebbe bastare a render chiaro che anche se un particolare utente viene obbligato, con mezzi legali o meno, a rimuovere contenuti o modificare una voce, questo non vincolerebbe chiunque altro ad astenersi dal ripristinare il contenuto o la voce alla sua versione precedente.

Non è, questa, la prima volta che un personaggio politico adisce o minaccia le vie legali per ottenere la modifica della sua voce biografica su Wikipedia in conformità con i suoi desiderata, ma è il primo caso in cui l’azione legale venga rivolta direttamente a un utente specifico. La decisione di Katsanévas di agire legalmente contro un utente di Wikipedia, noncurante delle fonti prodotte a sostegno dei fatti che egli contesta e che sono reperibili su Internet, appare come minimo inaccettabile e ipocrita.

In questo caso, in particolare, l’utente di Wikipedia ha agito conformemente alle regole del progetto, avendo spiegato le sue azioni nella cospicua discussione sulla voce. Al di là del caso personale, a proposito del quale la comunità è abbastanza ottimista circa una soluzione positiva, e per il quale Diu ha ottenuto ― tramite il programma di assistenza alle spese legali di Wikimedia Foundation ― il sostegno dello studio legale greco Lambadarios[2], riteniamo che la singola azione legale sia diretta al progetto nella sua generalità, anche se è un solo utente a sedere sul banco degli imputati.

Siamo tutti Diu!

Note[επεξεργασία κώδικα]

  1. Antonio Ferrari, Atene: il fattore Mimì s’abbatte sul voto, Corriere della Sera, 21 settembre 1996, pag. 11.
  2. (en) Michelle Paulson, Wikimedia Foundation supports Wikipedia user subject to defamation lawsuit in Greece, Wikimedia, 14 febbraio 2014